Qui tutto profuma di mare, di iodio e salmastro.

Adriatico e Ionio accarezzano la terra salentina con le raffiche tonificanti della tramontana fredda e asciutta e con le folate dello scirocco caldo e umido.

Sole, calore, temporali nella notte, silenzi, rugiada, tramonti e le mani di contadini di ogni età che fanno vivere e raccolgono erbe, frutti, foglie, radici.

Le erbe e le piante utilizzate per I Santi di Diso, provengono da campi lavorati con Agricoltura Biologica.

La coltivazione di erbe e piante avviene senza l’uso di pesticidi e sostanze chimiche, sotto l’occhio attento di contadini e botanici che ne verificano lo sviluppo, il tutto certificato da organismi terzi preposti allo scopo.

La maggior parte degli ingredienti, che compongono la nostra Alchimia Mediterranea,
sono figli della terra salentina.
Martano è ufficialmente diventata la prima “Città dell’Aloe” e in tutto il Salento da secoli crescono spontaneamente e si coltivano timo, menta, elicriso, salvia, rosmarino, lavanda,
calendula e altre erbe, spesso vicino a piante di olivo, melograno, mandorlo, limone, eucalipto, pino marittimo.